Lo staff di Dialogo nel Buio di Milano sta lavorando per la riapertura della mostra.

Nel frattempo vi allietiamo con alcuni aneddoti, storie di vita quotidiana realmente accadute a noi guide, che vi faranno sorridere e magari, perché no, vi aiuteranno a vedere alcune cose da una prospettiva diversa.

#Vistrappiamounsorriso perché crediamo che l’umorismo e l’ironia sono due ingredienti essenziali per dare leggerezza alle nostre giornate.

Ah, non dimenticate, siamo tutti ciechi e ipovedenti.

Siete curiosi?

Seguiteci sui nostri social!

Ecco il racconto

Come il film “Infelici e contenti”

Fotogramma del film Infelici e contenti. Cieco che accompagna persona in sedia a rotelle

Avete mai visto il film “Infelici e contenti” con Ezio Greggio e Renato Pozzetto, che interpretavano due amici, un non vedente e un paraplegico, che si aiutavano l’un l’altro? Qualcosa di molto simile è successo davvero a me e ad una mia amica quando, molto tempo fa, frequentavamo un collegio universitario di Milano.

Camilla, tetraplegica incompleta, è stata per anni i miei occhi e io, cieca parziale, ho cercato di essere le sue gambe e le sue mani. Ogni giorno andavamo insieme a lezione in università, ma condividevamo anche il tempo libero. Io la aiutavo a piastrarsi i capelli e lei mi descriveva i film al cinema e alla TV.

Una mattina stavo raggiungendo Camilla nella sua camera prima di andare a lezione quando, in corridoio, intravidi un’ombra bassa… Mi affrettai subito a dire: “Ciao Cami, scusa il ritardo. Non trovavo i pennarelli … Cami, ci sei?”

Non ottenendo risposta, immaginai che la mia amica stesse guardando il cellulare o leggendo degli appunti. Ad un certo punto sentii una voce alla sua destra: “Maria, ma che fai? Quella non sono io, stai parlando con il carrello delle signore delle pulizie! Hai proprio bisogno di un buon oculista!”

Scoppiammo entrambe in una gran risata, poi cominciai a spingere la mia amica verso l’ascensore.

Allora lei mi disse: “Ehi, hai appoggiato borsa, sciarpa e cappello sulle mie gambe. Guarda che non sono il tuo carrello personale!”

“Questa è la fortuna di avere un’amica carrozzata!”

Così, unite e di buonumore, eravamo pronte per iniziare una nuova giornata.

Maria

Racconti precedenti

Quando si dice “riconoscere i propri limiti”

Sembra che lo stiamo portando in galera

La voce guida

I pennarelli

L'automobile nera

Piccole avventure quotidiane

Sostieni Dialogo

In questo difficile momento, abbiamo bisogno del tuo aiuto: partecipa al rilancio della mostra Dialogo nel Buio

Partner

 Logo del Ministero dell'istruzione, ufficio scolastico per la Lombardia





logo della Fondazione Cariplo

Realizzato da

Logo dell'Istituto dei Ciechi di Milano

In collaborazione con

Logo di Dialogue Social Enterprise

L'idea di Dialogo nel Buio ed i suoi relativi marchi sono proprietà intellettuale di Dialogue Social Enterprise GmbH

Contatti

Via Vivaio, 7
20122 Milano Italy
Tel. +39 02 77 22 62 10
Fax +39 02 77 22 63 39
P.IVA IT07731750159

Seguici su FacebookSeguici su Twitter

Questo sito o gli strumenti installati forniti da terze parti si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione si acconsente all'uso di cookie.